venerdì 25 aprile 2014

Giallo Rosso e Blu



Giallo Rosso e Blu - Kandinsky 1925
Olio su tela, 127x200 cm
Parigi, Centre Pompidou

E' il dipinto più importante tra quelli eseguiti durante il periodo del Bauhaus (1921-1933).
Traduce in immagine i principi elaborati nel testo teorico che K. scrisse nel 1912, "Lo spirituale nell'arte", nel quale si istituivano strette corrispondenze tra i colori primari e e le forme geometriche elementari che K. riteneva più affini ad essi.
Al giallo K. associava il triangolo, al rosso il rettangolo e al blu il cerchio.
In questo caso,il triangolo nella zona gialla è richiamato dalla diagonale che la attraversa sulla sinistra, il rosso trova posto nei due rettangoli che si intersecano al centro e il blu riempie la parte in alto a destra. Inoltre, per non appesantire il dipinto con eccessivo schematismo, si aggiungono altre forme (scacchiere, reti, linee sinuose) che K. tratta nel suo nuovo scritto teorico "Punto e linea nel piano" (1925).
La metà sinistra del quadro è chiara e leggera, grafica e lineare, quella destra più scura e pesante, con maggiore inventiva pittorica. Viceversa, il giallo "terreno" indica solidità, mentre il blu "celestiale" sembra volersi dileguare in altro a destra.
Si può cogliere qualche accenno di antropomorfismo tra le linee e i cerchi del campo giallo (che fanno pensare a un profilo umano) o nell'intreccio delle forme rosse e blu che ricordano il tema della lotta di S. Giorgio con il drago.
Scrive K.: "il cerchio, che utilizzo così tanto nell'ultimo periodo, a volte non può essere definito nient'altro che romantico. Ed il romanticismo futuro è davvero profondo, bello, significativo, e rende felici, è un pezzo di ghiaccio in cui brucia una fiamma. Se gli uomini avvertono solo il giaccio e non la fiamma, allora peggio per loro..."

Informazioni tratte da:
- Kandinsky, La collezione del Centre Pompidou (Mostra a Palazzo Reale, Milano 17 dicembre 2013-27 aprile 2014)
- Hajo Duchting, Kandinsky, la rivoluzione della pittura Gruppo Editoriale L'Espresso, 2001

Nessun commento: