sabato 7 dicembre 2013

Adesso vado...

Paul Cézanne - I giocatori di carte


"Alla fine aveva un modo elaborato di andar via. Era una specie di cerimonia, e impiegai un po' di tempo a capire come funzionava. La prima volta disse: <va bin>, mi sa che adesso vado; così mi alzai per aprirgli la porta e salutarlo. Lui mi guardò strano e chiese: hai tanta fretta? Io no, risposi. Chiusi la porta e mi rimisi a sedere.
Quella sera scoprii che, prima di andarsene davvero, doveva dire <<adesso vado>> almeno cinque o sei volte, e poteva passare un'ora nel frattempo, un altro caffè, un'altra storia, un'altra bottiglia di vino".
 Paolo Cognetti, "Il ragazzo selvatico"

Nessun commento: